L’area su cui è costruito l’odierno “Romeo Neri” ha ospitato gli incontri del Rimini fin dai suoi primi anni di storia.

In principio il campo era ribattezzato “prato della Sartona”, nome derivante dalla contessa Teresa Sartoni, proprietaria del terreno a partire dall’anno 1812. Con la morte della nobildonna, l’appezzamento passò in eredità a un ordine religioso che istituì l’orfanotrofio Pio Felice. Tuttavia, la denominazione del campo continuò a essere legata alla sua vecchia posseditrice. Su quel fondo, ai bordi del manto erboso, sorgeva il nuovo ippodromo Flaminio, inaugurato nel 1911 in sostituzione del vecchio ippodromo di San Gaudenzo.

La decisione di costruire un impianto sportivo al posto dell’ippodromo fu intrapresa nel 1932, con i lavori di costruzione che iniziarono nel gennaio 1933 su progetto dell’ingegner Virginio Stramigioli, per poi concludersi circa 1 anno più tardi.

In questa fase furono realizzati il velodromo in cemento e tre tribune (separate tra loro), per un totale di 4.000 posti, oltre a tre palestre, pista e pedane per l’atletica e servizi. La struttura, che fu intitolata “Stadio del Littorio“, ha ospitato l’arrivo della tappa del 2 giugno 1934 del Giro d’Italia.

Al termine della Seconda Guerra Mondiale il nome dello stadio divenne semplicemente “Comunale“, per poi essere intitolato al ginnasta Romeo Neri dopo la sua morte. Neri fu il primo riminese a partecipare a un’Olimpiade e, successivamente, a vincere una medaglia d’oro (ne vinse tre ai giochi di Los Angeles 1932), nonché quattro volte campione assoluto nazionale.

Negli anni a seguire furono costruite tribune aggiuntive rispetto al periodo iniziale, con una prima gradinata eretta sull’attuale settore distinti a partire dagli anni ’50, e la creazione della Curva Est negli anni ’70 e ’80 a ridosso del campo da gioco. Successivamente, quest’ultimo settore fu eliminato, per poi essere ricollocato al di là della pista d’atletica nel nuovo millennio.

Lo stadio è stato ristrutturato una prima volta nel 1976 e una seconda volta nel 2005, per l’omologazione dello stadio per la Serie B.

Attualmente l’impianto, al netto delle omologazioni stagionali e relative alla categoria, vanta una capienza totale di 9.768 posti, così suddivisi:

  • Posti tribuna centrale: 1.193
  • Tribuna laterale est: 689
  • Tribuna laterale ovest: 689
  • Distinti: 3.225
  • Curva Est: 1.639
  • Curva Ovest (ospiti): 2.313
  • Settore disabili: 50
  • Tribuna stampa: 52

APERTO – 1934

COPERTURATribuna centrale

RISTRUTTURAZIONI1976, 2005

TERRENOSintetico

CAPACITA’9.768 posti

INDIRIZZOPiazzale del Popolo, 1 47923 Rimini (RN)

DIMENSIONI CAMPO105 x 64 mt